Vai al contenuto

declinatio

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.

Latino[modifica]

Terza declinazione
  singolare plurale
nominativo dēclīnātiō dēclīnātiōnēs
genitivo dēclīnātiōnĭs dēclīnātiōnŭm
dativo dēclīnātiōnī dēclīnātiōnĭbŭs
accusativo dēclīnātiōnĕm dēclīnātiōnēs
vocativo dēclīnātiō dēclīnātiōnēs
ablativo dēclīnātiōnĕ dēclīnātiōnĭbŭs

Sostantivo

declinatio f sing, terza declinazione (genitivo: declinationis)

  1. inclinazione, inclinamento, piegamento, pendenza
  2. (geografia) latitudine, e per estensione regione, luogo del mondo
  3. (senso figurato) declino, discesa, decadenza
  4. deviazione, sviamento dal proprio percorso
  5. (per estensione) fuga, scampo, scansamento; atto dell'evitare o scansare
  6. (senso figurato) avversione, repulsione, ripugnanza
  7. (per estensione) digressione, divagazione, deviazione dal tema di un discorso
  8. (grammatica) declinazione, coniugazione, flessione di una parola

Sillabazione[modifica]

dē | clī | nā | tĭ | ō

Pronuncia[modifica]

  • (pronuncia classica) IPA: /deː.kliːˈnaː.ti.oː/
  • (pronuncia ecclesiastica) IPA: /de.kliˈna.t͡si.o/

Etimologia / Derivazione[modifica]

dal verbo declino, con il suffisso -tio; l'accezione grammaticale è su calco del greco antico ἔγκλισις (énklisis), che similmente significa tanto "inclinazione" quanto "flessione grammaticale", "modo verbale"

Sinonimi[modifica]

Uso / Precisazioni[modifica]

Parole derivate[modifica]