Vai al contenuto

passera

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.

bandiera italiana Italiano[modifica]

Sostantivo

passera (Wikipedia approfondimento) f sing (pl.: passere)

  1. (zoologia), (ornitologia) femmina del passero; la sua classificazione scientifica è Passer domesticus (Wikispecies tassonomia)
  2. (per estensione), (zoologia), (ornitologia) nome comune di diverse specie di uccelli, spesso non correlati tassonomicamente al passero domestico ma al quale somigliano nell'aspetto
  3. (zoologia), (ittiologia) pesce della famiglia Pleuronectidae, simile nell'aspetto alla sogliola o al rombo, dal corpo piatto e di forma ovale e con occhi disposti da un solo lato; detto anche passera di mare o passera pianuzza, la sua classificazione scientifica è Platichthys flesus (Wikispecies tassonomia)
  4. (gergale), (soprattutto nel dialetto toscano) termine colloquiale per indicare la vagina

Sillabazione[modifica]

pàs | se | ra

Pronuncia[modifica]

IPA: /ˈpassera/

Etimologia / Derivazione[modifica]

deriva da passero; il pesce Platichthys flesus era detto passer già in latino

Sinonimi[modifica]

  • (femmina del passero) passero femmina
  • (pesce dal corpo piatto, Platichthys flesus) passera di mare, passera pianuzza
  • (termine gergale per riferirsi alla vagina) fica (centro-sud), figa (centro-nord), mona (nord-est), patata, topa, fregna (centro), fessa (sud), sorca (centro, soprattutto Roma e Lazio)

Iperonimi[modifica]

Traduzione

femmina del passero, Passerus domesticus
passera d'Italia, Passer italiae
passera scopaiola, Prunella modularis
passera di palude, Emberiza schoeniclus
pesce dal corpo piatto, Platichthys flesus
termine gergale per riferirsi alla vagina - si veda vagina per le traduzioni formali

Francese[modifica]

Voce verbale

passera

  1. terza persona singolare dell'indicativo futuro di passer

Pronuncia[modifica]

  • IPA: /pɑ.sə.ʁa/

Etimologia / Derivazione[modifica]

vedi passer

Altri progetti[modifica]