eccesso

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

bandiera italiana Italiano[modifica]

Sostantivo

eccesso m sing (pl.: eccessi)

  1. sovrabbondanza di qualcosa
    • le calorie in eccesso, da qualunque cibo provengano, possono essere trasformate in grassi corporei
    • l’eccesso di peso aumenta il lavoro che il cuore deve fare per pompare il sangue in tutto il corpo; il controllo del peso è un fattore importante nel ridurre il rischio di ipertensione e quindi di avere malattie cardiovascolari.
  2. esagerazione in mancanze o in qualcosa "di troppo"
  3. (matematica) proprietà di un calcolo o di una misurazione che dà valore superiore a quello reale per una quantità numericamente trascurabile
  4. (economia) situazione in cui la quantità di un bene o di un servizio richiesta dai compratori oppure. offerta dai venditori supera quella che i venditori nel primo caso sono in grado di vendere o che, nel secondo, i compratori vogliono acquistare
  5. (per estensione) quanto all'etica individuale, indica sregolatezza, mancanza di autocontrollo e misura, poca cura per e gli altri conducendo una vita "malsana"
    • un'esistenza sprecata nell'eccesso è irrimediabilmente destinata a svanire nell'oblio di coscienze ormai ridotte a "viziose schiavitù materialistiche e liberticida"

Sillabazione[modifica]

ec | cès | so

Pronuncia[modifica]

IPA: /etˈt͡ʃɛsso/

Etimologia / Derivazione[modifica]

dal latino excessus che deriva da excedĕre cioè "eccedere"

Sinonimi[modifica]

Contrari[modifica]

Parole derivate[modifica]

Termini correlati[modifica]

Proverbi e modi di dire[modifica]

  • all’eccesso: in modo esagerato
  • per eccesso

Traduzione

Altri progetti[modifica]