caelum

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Jump to navigation Jump to search

SPQRomani.svg Latino[modifica]

Open book 01.svgSostantivo

caelum

  1. cielo, volta celeste (spazio superiore, contrapposto alla terra, che comprende l'acqua e la terraferma; sede degli astri, firmamento, alto etere[1])
    • de caelo servare: trad. osservare il cielo (in Cic., per trarre presagi[2])
  2. il mondo superiore (contrapposto a Erebus, Manes, Tartara, sede degli dèi immortali[1])
    • in caelum escendere: trad. salire al cielo (in Cic.)
    • de caelo delabi, descendere (in Cic. De Oratore, e Liv.[1])
  3. aria, atmosfera, tempo (in senso meteorologico); regione climatica[2]
  4. orizzonte, limite dello sguardo (in Cic, e Quint.)
  5. (architettonico) volta (in Vitruvio[2])
  6. (anatomico) volta cranica (in Plinio il Vecchio[2])
  1. 1,0 1,1 1,2 Georges-Ferruccio Calonghi, Dizionario latino-italiano, Rosenberg & Sellier, 1989, Mappano (TO)
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Nuovo Campanini-Carboni, Paravia, Torino, 1993, 1a edizione, terza ristampa, IBN 395 5015 1

.