trasformare

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Jump to navigation Jump to search

bandiera italiana Italiano[modifica]

Open book 01.svgVerbo

Transitivo[modifica]

trasformare (vai alla coniugazione)

  1. (fisica) (chimica) alterare le caratteristiche di un oggetto
  2. (matematica) trovare una frazione equivalente a quella data, che possieda un certo denominatore

Hyph.png Sillabazione[modifica]

tra | sfor | mà | re

Nuvola apps edu languages.png Pronuncia[modifica]

IPA: /trasfor'mare/

Nuvola kdict glass.pngEtimologia / Derivazione[modifica]

dal latino transformare formato da trans- cioè "oltre" e formare ossia "dare forma" Esiste una parte transpsichica( al di là della psiche, ossia la parte molto profonda di noi stessi) nell'uomo, e il termine al di là fa riferimento a ciò. Il termine formare, invece, stà ad indicare proprio "dar luogo a forma" " in un certo senso "creare", ma più precisamente "dare forma". Quindi il termine trasformare significa "formare al di là", cioè "formare nel profondo", per cosi dire, "formare dentro". Importante è il significato del termine: formare. Ossia la trasformazione non è creazione; esiste già un qualcosa di latente, per così dire, il quale, con la trasformazione, prende forma

Icona sinonimi.png Sinonimi[modifica]

Fairytale right blue.pngFairytale left blue.png Contrari[modifica]

Nuvola apps tree.png Parole derivate[modifica]

Nuvola filesystems www.png Traduzione

cambiare nell'aspetto
Vedi le traduzioni
  • Francesco Sabatini e Vittorio Coletti, Il Sabatini Coletti, RCS Libri edizione on line
  • Sinonimi e contrari, RCS Libri edizione on line
  • Vocabolario, Treccani edizione online
  • Dizionario Italiano Olivetti, Olivetti Media Communication edizione on line
  • Aldo Gabrielli, Vocabolario della Lingua Italiana, Hoepli edizione on line
  • Dizionario di italiano (ed. sapere.it), De Agostini edizione on line
  • Lemmario italiano, Garzanti linguistica edizione on line
  • Ottorino Pianigiani, dizionario etimologico ospitato su "www.etimo.it"
  • Tullio De Mauro, Il nuovo De Mauro, Internazionale.it edizione on line
  • AA.VV. Dizionario Sinonimi e contrari, Mariotti, 2006, pagina 589