collazione

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Jump to navigation Jump to search

bandiera italiana Italiano[modifica]

Open book 01.svgSostantivo

collazione (Wikipedia approfondimento) f sing(pl.: collazioni)

  1. in biblioteconomia, l'area delle note tipografiche contenente la descrizione delle caratteristiche fisiche di una pubblicazione (ad esempio, il numero di tomi se l'opera è in più volumi, il numero di pagine e il formato)
  2. in filologia, il confronto di diverse copie di un manoscritto o di un testo a stampa, atto a rilevare le differenze tra le copie e tra queste e l'originale
  3. in ambito giuridico, l'obbligo imposto a taluni soggetti (figli, i loro discendenti e il coniuge) che accettino l'eredità, di conferire alla massa che compone il patrimonio del defunto, quanto dal medesimo ricevuto in vita per donazione diretta o indiretta, salvo che il testatore non li abbia da ciò dispensati

Hyph.png Sillabazione[modifica]

col | la | zió | ne

Nuvola apps edu languages.png Pronuncia[modifica]

IPA: /kollatˈtsjone/

Nuvola kdict glass.pngEtimologia / Derivazione[modifica]

dal latino collatio cioè "conferimento, confronto", che deriva da conferre ossia "portare insieme, confrontare"

Nuvola apps tree.png Parole derivate[modifica]

Nuvola filesystems www.png Traduzione

Vedi le traduzioni
  • Dizionario Italiano Olivetti, Olivetti Media Communication edizione on line
  • Giuliano Vigini, Glossario di biblioteconomia, Editrice Bibliografica, 1986, p. 36.
  • Aldo Gabrielli, Vocabolario della Lingua Italiana, Hoepli edizione on line
  • Lemmario italiano, Garzanti linguistica edizione on line
  • Vocabolario, Treccani edizione online