Vai al contenuto

colesterolo

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.

colesterolo (Wikipedia approfondimento) m sing (pl.: colesteroli)

  1. (chimica) (chimica organica) (biologia) (biochimica) molecola organica apolare di natura lipidica della classe degli steroli, usata da tutte le cellule animali a scopi metabolici e strutturali, per formare gli acidi biliari, gli ormoni steroidei e la vitamina D
    • per abbassare il colesterolo cattivo (LDL) occorre perdere peso privilegiare una dieta a basso contenuto di grassi animali
    • le fibre insolubili non modificano il tasso di colesterolo ma favoriscono la digestione: si trovano nel pane integrale, nei cereali, nelle carote, nei cavoletti di Bruxelles, nei cavolfiori, nelle barbabietole, nelle prugne e nelle bucce delle mele
co | le | ste | rò | lo

IPA: /kolesteˈrɔlo/

formato da cole- (dal greco χολή cioè "bile") e dal greco στερεός ossia "solido"

Collabora a Wikiquote
«Mangiate legumi, soprattutto fagioli. Non esistono in natura rimedi anticolesterolo così economici, diffusi, rapidi e sicuri »
(biochimica) grasso nel sangue

Altri progetti

[modifica]