móna

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Jump to navigation Jump to search

bandiera veneta Veneto[modifica]

Open book 01.svgSostantivo

móna f (pl.: móne)

  1. (volgare) organo genitale femminile: fica (volgare), vulva;
  2. bella ragazza

Open book 01.svgAggettivo

móna m e f inv

  1. (popolare) individuo stupido o che si atteggia a tale: fesso, stupido, minchione (volgare);

Open book 01.svgInteriezione

móna

  1. (regionale) (popolare) ripetuto intercalare nel discorso senza alcun significato specifico, in particolare nella città di Trieste;

Fairytale down blue.pngFairytale up blue.png Varianti[modifica]

  • mona ortografia classica

Nuvola apps edu languages.png Pronuncia[modifica]

/ˈmo.na/

Isimple system icons web find.png Proverbi e modi di dire[modifica]

  • mandar tuto in móna: mandare tutto all'aria, far fallire un progetto; anche: chiudere scherzosamente un discorso iniziato e sviluppatosi in modo serioso;
  • ndà in móna (di cose): rotto, danneggiato gravemente;
  • ndar in móna (di persona): rincitrullirsi, rimbecillirsi;
  • va in móna: (volgare) (senso figurato) invito offensivo a piantarla e andarsene; analogo all'italiano vaffanculo;
  • bea móna: bella ragazza

Nuvola kdict glass.pngEtimologia / Derivazione[modifica]

nell'uso popolare probabilmente dal celtico mònes o mòuna "scimmia"; il significato attuale è stato acquisito dal fatto che le nobildonne veneziane (ossia le donne più desiderabili dell'epoca), per ostentare la propria ricchezza, usavano portarsi appresso come animali da compagnia le scimmiette, status symbol dell'epoca. Per cui "móna" riferito ad un uomo significa "stupido come una scimmia" e riferito ad una donna significa "appetibile perché così ricca da potersi permettere una scimmia". Il riferimento all'organo genitale femminile è una sineddoche.