irridere

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.

bandiera italiana Italiano[modifica]

Open book 01.svgVerbo


Transitivo[modifica]

irridere  (vai alla coniugazione)

  1. prendere di mira qualcuno o qualcosa per farne l'oggetto di uno scherzo, di un satirico dileggio o di una caustica irriverenza non sempre immeritati; raro nell'accezione di ridere bonariamente di qualcuno
Collabora a Wikiquote
«M'accende il riso della bocca fresca,
l'attesa vana, il motto arguto, l'ora,
e il profumo d'istoria boccaccesca...

Ella m'irride, si dibatte, implora,
invoca in nome della sua padrona:
"Ah! Che vergogna! Povera Signora

Ah! Povera Signora!..." E s'abbandona.»
(Guido Gozzano, Elogio degli amori ancillari, da I colloqui)
  1. (non comune) (senso figurato) infrangere o raggirare volutamente e spesso con compiacimento il contenuto di una norma, un divieto, una prescrizione, ecc.



Hyph.png Sillabazione[modifica]

ir | rì | de | re

Nuvola apps edu languages.png Pronuncia[modifica]

IPA: /ir'ridere]/


Nuvola kdict glass.pngEtimologia / Derivazione[modifica]

dal latino irridēre (vedi irrideo) con cambio di coniugazione in *irridĕre, composto di in- e di ridere con assimilazione

Nuvola apps tree.png Parole derivate[modifica]

Books-aj.svg aj ashton 01.png Termini correlati[modifica]


Nuvola filesystems www.png Traduzione[modifica]