Utente:Perkwunos/Laboratorio

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Jump to navigation Jump to search

Modelli[modifica]

== {{-xx-}} == {{-sost-|xx}} Laboratorio '

Collegamenti[modifica]

Altro[modifica]

Prova veneto[modifica]

JGY

Reitia, definita con l'epiteto potnia theron (dominatrice degli animali), era una divinità venerata dagli antichi Veneti.[1] Essa mantiene tratti in comune con la divinità classica Artemide/Diana: legata al culto della fertilità, a quello della guarigione/salute e dell' "aldilà",[2] ma anche del commercio.[3] In tempi romani il suo culto fu sostituito o associato a quello di Minerva.[3] La sua rappresentazione potrebbe essere associata a figure femminili antropomorfe con arti superiori terminanti in protomi ornitomorfe o teste di equidi. Questa raffigurazione, sotto forma di oggetti votivi, sono di frequente ritrovamento nei luoghi di culto. Un'altra rappresentazione la descrive con un velo sulla testa, circondata da animali, e con un chiave in mano.[2] Il nome "Reitia" potrebbe essere collegato a quello della popolazione dei Reti che abitava nella zona Alpina.[2]

Reitia, definìa ko l'epitéto potnia theron (dominatrise dei animałi) yèra na divinità venerà dai antiki vèneti. Eła ła gà trati in komun ko ła divinità greko-romana Artemide/Diana: ła yèra łegà al kulto deła fertiłità, a kueło deła sałute, e del mondo dei morti, ma anka dei trafegi. Intéi tempi dei Romani el so kulto xé stà sostituìo o mescołà co kueło de Minérva. ła so raprexentasiòn ła podarìa essar assocà a figure de fémena ko parti de animałe. Inten'altra raprexentasiòn ła ga un velo in tèsta, ła xé sircondà da dei animałi e ła ga na cave in man. El nome "Reitia" podarìa essar cołegà a kueło del popoło dei Reti, che i vivéa sułe Alpi.

Annotazioni[modifica]

  • /* oggetto */