biolocalizzato

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Jump to navigation Jump to search

Il Termine Biolocalizzato o Bio Localizzato è un neologismo coniato da studiosi dell’Osservatorio della Biodiversità Nazionale, BIOENERMAN nel 2010 anno che l’ONU ha scelto per la Bio Diversità Mondiale e viene riferito essenzialmente al termine Prodotto. Il PBL, acronimo di Prodotto Bio Localizzato è tutto ciò che è frutto della terra o dell'attività umana strettamente correlata ad un'area geografica ben delineata. Rappresenta l’intima essenza di un territorio, di cui oltre a rispecchiarne le condizioni climatiche e pedoclimatiche, rappresenta un misuratore salutistico. Il suo valore va ad interconnettersi con la cultura, il modus vivendi, le tradizioni e la storia di quell’area geografica che lo genera divenendo esclusivo e tipicamente contraddistintivo di quella zona e realtà. Non è essenzialmente un prodotto agro-food, di allevamento o di produzione animale e vegetale ma può identificarsi in un manufatto artigianale o in qualsivoglia creazione la cui architettura sia essa fisica che metafisica provenga da uno scibile strettamente formato nell’area geografica in cui viene generato tanto da divenirne tutt’uno con il territorio. (Vedi Cammei corallini di Torre Del Greco o Gemme di Pietra Lavica di Boscoreale). Sotto quest’ottica di giudizio, il prodotto BIOLOCALIZZATO è il superamento del DOP, IGT e SGT in quanto figlio del territorio di appartenenza, senza il quale non avrebbe ragione di esistere, figlio della sua religione, della sua politica, delle sue tradizioni, della sue continue metamorfosi ed evoluzioni e ne estroflette il DNA, racchiudendone il GENOMA, informazioni attraverso le quali potremmo ricostruirne il suo significato intrinseco ed estrinseco. Non ha nulla a che vedere con il tipico termine riduttivo perché figlio di un disciplinare.